RSS

X-Wing Gioco di Miniature Set Base Risveglio della Forza

Dai che forse ce la facciamo….. riprendo la pubblicazione del database di X-Wing con il set base dedicato al settimo film di Star Wars, Risveglio della Forza…. come sempre download da X-Wing Miniatures – Scatola Base Il Risveglio della Forza

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 7 gennaio 2016 in Board Game, Star Wars

 

Tag:

Panoramica Gazetteer Mystara – Atruaghin Clans, Dawn of Emperors e conclusione

GAZ14 – The Atruaghin Clanstumblr_m5ssizq58q1r2s3h9o1_500
Inedito in italiano
Autore: William W. Connors
Anno: 1991
Eccoci arrivati all’ultimo dei Gazetteer pubblicati e del quale fino a pochi anni fa non ne conoscevo l’esistenza. Questo supplemento purtroppo arrivò in un periodo durante il quale la TSR aveva quasi completamente abbandonato la linea del D&D Classico, decisa a concentrare le forze su AD&D. Anche qui si denota il limite dei territori culturalmente settoriali tipici della collana. Le diverse tribù degli Atruaghin sono certo molto affascinanti, ma essendo ispirate ai nativi americani, gli Atruaghin sono un popolo molto legato al territorio e le opzioni dedicate ai giocatori risentono di queste limitazioni e la nuova classe dello sciamano (e siamo a tre!) non ha la stessa potenzialità dello stesso sciamano delle razze umanoidi e semi umane o della sua controparte etenghariana. Questo Gazetteer è la prova che il Mondo Conosciuto aveva bisogno di rinnovarsi e infatti, i prodotti successivi hanno visto la nascita dell’ambientazione di Mystara e un evoluzione della cronologia ufficiale della storia del Mondo Conosciuto.

DAWN OF THE EMPERORS
Inedito in italiano
Autore: Aaron Allston
Anno; 1989
La collana dei Gazetteer si completa con questa scatola dedicato ai più grandi imperi del Mondo Conosciuto, Thyatis e Alphatia, attorno ai quali ruota l’intera storia ufficiale dei prodotti di D&D Classico. Dawn of the Emperorscontiene numerose mappe dei due imperi e dei luoghi più caratteristici che vale la pena di approfondire e ben tre manuali dedicati alla descrizione dei due imperi. Il primo manuale è dedicato al DM e contiene tutte le informazioni storico-geografiche di Thyatis e Alphatia e i restanti due sono i manuali del giocatore, uno per impero. Il materiale di questo Gazetteer che non riporta il numero come per i supplementi spillati, è imponente e necessita di un approfondimento che uscirà prossimamente.

Immagine 1206

PRODOTTI CORRELATI
Con la pubblicazione dei Gazetteer,iI moduli ufficiali hanno dovuto in qualche modo adattarsi a quanto pubblicato. Per questo motivo la TSR ha ripubblicato le prime avventure (la serie indentificata con la lettera B) in un unico volume che riscrive le basi di ambientazione dei primi moduli. In questo modo si ha un nesso logico con il primo Gazetteer e si assiste alla nascita della prima (e unica) mega avventura per D&D Classico. Il modulo in questione, B1-9 In Cerca di Avventura, è stato pubblicato quasi in contemporanea con il GAZ1 e inizia dalla città de La Soglia e conduce i personaggi attraverso i pericoli e i misteri del Granducato con una piccola deviazione nella Città Perduta al confine del Granducato con gli Emirati di Ylaruam. Dopo questa riedizione dei primi moduli i successivi, compresi i moduli delle serie X, CM e M, sono stati ambientati nel Mondo Conosciuto e alcune di queste avventure sono strettamente collegate al materiale dei Gazetteer. La storia antica del Mondo Conosciuto descritta nei Gazetteer (soprattutto il GAZ3 e il GAZ10) si intreccia con la prima e vera ambientazione di Dungeons & Dragons, Blackmoor di Dave Arneson. il creatore della parte ‘interpretativa’ di Dungeons & Dragons ha scritto parte di un’interessante serie di moduli ambientati nel remoto passaton antecedente alla nascita della civiltà magitecnologica di Blackmoor con le pericolose invenzioni che hanno creato la Radianza di Glantri e provocato la desolazione delle Terre Brulle. Questa serie permette a Dave di mettere la sua firma su D&D Classico. Della serie DA (David Arneson) sono stati pubblicati solo quattro moduli DA1 City of Blackmoor, DA2 Temple of the Frog, DA3 City of the Gods e DA4 The Duchy of Ten ma alcini anni fa Arneson è riuscito a ridare vita alla sua ambientazione originaria e pubblicare Blackmoor con il regolamento de D20 System. In più Gazetteer si accenna ad un cosiddetto Mondo Cavo, Hollow World che si trova al centro del pianeta del Mondo Conosciuto. Ispirato ai romanzi d’avventura classici, il Mondo Cavo World è un luogo sconosciuto ai più dove gli Immortali, hanno condotto antiche civiltà minacciate di estinzione a prosperare, lontane dal mondo in superficie, ad esempio gli elfi tecnologici (pur confinati in una valle isolata). Questo concetto di continuo rinnovamento forse vuole evitare un nuovo cataclisma come la pioggia di fuoco. Il Mondo Cavo è presentato con una scatola contenente tutte le indicazioni per gestire le campagne nella profondità del Mondo Conosciuto. I successivi supplementi dedicati al Mondo Cavo analizzano le diverse civiltà che sono state trapiangtate dal mondo in superfice per sopravvivere nel mondo di sotto. Tra queste troviamo gli eredi dell’antica Nithia, originariamente descritta nel GAZ2.
La TSR ha pubblicato anche due enormi mappe dedicate al Mondo Conosciuto, Trail Map TM1 The Western Countries e Trail Map TM2 The Eastern Countries raffigurano tutti i territori descritti nei Gazetter e buona parte del territorio sind dove sono ambientati alcuni moduli della serie X. Le due mappe unite insieme sono qualcosa di veramente immenso che doveva essere per forza appeso ad un muro o posizionato sul pavimento di una stanza piuttosto larga. La TSR ha tentato inoltre di riproporre questi Gazetteer in edizione scatolata creando l’ambientazione Mystara per AD&D seconda edizione. Le due scatole uscite, Karameikos: Kingdom of Magic e Glantri: Kingdom of Magic descrivevano il Granducato di Karameikos e il Principato di Glantri, riproponendo in parte quanto già pubblicato sui Gazetteer, ma spostando in avanti la cronologia in seguito agli accadimenti descritti negli ultimi supplementi ufficiali.

COLLEZIONARE I GAZETTEER
Sui vari siti di aste tra privati o nei negozi specializzati in giochi da collezione, non è difficile reperire i Gazetteer o gli Atlanti. La cosa che può frenare l’acquisto può essere la non sempre buona qualità dei prodotti (almeno per i Gazetteer, in quanto gli Atlanti sono spesso in ottime condizioni). I prezzi sono piuttosto alti per i prodotti ancora cellofanati (50-100 euro) ma è comprensibile dato che si tratta di prodotti di un quarto di secolo fa. Tra le edizioni italiane l’ATL5 Gli Orchetti di Thar è di gran lunga il più difficile da reperire, specie se completo del gioco e della mappa, con prezzi che oscillano attorno i 200 euro. In inglese uno dei più ricercati è certamente la scatola Dawn of the Emperors. A differenza dei Gazetteer, gli Atlanti sono composti da un unico fascicolo spillato all’interno della copertina-mappa a quattro ante. Non vanno quindi attesi quindi il fascicolo dei DM e del giocatore nei prodotti italiani ma nel contempo va accertata la presenza di tutti gli extra come le pedine e le mappe, analogamente alle edizioni originali.

VALUTAZIONE COMPLESSIVA
Pur essendo un’ambientazione molto amata, soprattutto dai più vecchi giocatori di D&D Classico, Mystara e il Mondo Conosciuto possono essere criticati e ridotti ad un semplice crogiolo di luoghi e civiltà posizionate a caso. Questa caratteristica è ancora più evidente se analizziamo la completa collana dei Gazetteer. Se si rilegge rapidamente l’elenco dei prodotti, si può notare che in pochi chilometri si passa da un deserto sabbioso ad un regno nordico abitato da vichinghi o che un granducato ha un’estensione maggiore rispetto ad un impero talmente importante da influire sul conteggio dell’anno zero della cronologia del territorio. Queste incongruenze sono principalmente dovute ad una scarsa attenzione editoriale e al motivo che all’epoca del Set 2 – Regole Expert, non si pensava al Mondo Conosciuto come ambientazione. Infatti il nome Mystara fa la sua comparsa solo dopo la chiusura della linea editoriale di D&D Classico e appare col regolamento di AD&D seconda edizione. Probabilmente la TSR voleva creare un filo conduttore per semplificare il passaggio dei giocatori da un regolamento all’altro. Rimane la certezza che se pur limitati come ambientazione i Gazetteer sono prodotti di notevole qualità. Per questo motivo sono ancora molto richiesti nel mercato collezionistico e spesso paragonabili con i nuovi manuali delle più recenti edizioni di Dungeons & Dragons.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 settembre 2015 in Giochi di Ruolo

 

Tag:

X-Wing gioco di miniature – Assi Ribelli

RebelAces-componentsIn attesa dell’arrivo del nuovo set base, vi aggiorno il database di X-wing con l’espansione Assi Ribelli.

Come sempre si può scaricare da qui: X-Wing Miniatures -Assi Ribelli

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 settembre 2015 in Board Game

 

Tag:

X-wing gioco di miniature – Wave 03

Wave3_layoutIl database prosegue e questa volta trattiamo la Wave 03 che per la gioia dell’Impero Galattico, propone il Lambda (che ora grazie all’Imperial Raider può trasportare direttamente l’Imperatore…. 🙂 )

Come sempre potete scaricare il file qui: X-Wing Miniatures -Wave 03

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 settembre 2015 in Board Game

 

Tag:

X Wing gioco di miniature – Wave 02

Wave2-LayoutQuesta volta il database delle carte di X Wing si arricchisce della tanto attesa Wave 02 dove trovano spazio il Millennium Falcon e l’iconica nave di Boba Fett.

Potete scaricare il file qui: X-Wing Miniatures -Wave 02

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 14 settembre 2015 in Board Game

 

Tag:

Panoramica dei Gazetteer di Mystara – Darokin – Ethengar – Shadow elves

GAZ11 – The Republic of Darokin250px-GAZ11_TSR9250_The_Republic_of_Darokin  

Inedito in italiano

Autore: Scott Haring

Anno: 1989

Nella Repubblica di Darokin si respira palesemente l’aria rinascimentale di Venezia o Firenze. Prosegue quindi la presentazione di una diversa cultura e di governo nel Mondo Conosciuto. Pur essendo definita come repubblica, in realtà Darokin è governata dalle casate di nobili più influenti della regione. Il supplemento contiene le solite informazioni territoriali e culturali tipiche dei precedenti Gazetteer e questa volta l’attenzione è posta sul suo esercito nel quale molti avventurieri hanno iniziato la loro carriera e sui mercanti alla quale è dedicata la solita opzione di classe ibrida con alcuni incantesimi specifici per i loro intrighi e loschi affari. In questo supplemento, forse più di altri si sente il peso della ripetitività e del riciclo di informazioni. Questa volta allegato al Gazetteer non troviamo pedine o giochi da tavolo, ma una ‘autentica’ carovana tridimensionale.

La Repubblica di Darokin è anche il punto di partenza di una serie di avventure della serie X della cosiddetta saga del Maestro dei Nomadi del Deserto. I due moduli X4 Il Maestro dei Nomadi del Deserto e X5 Il Tempio della Morte sono stati tradotti in italiano, mentre il ben più affascinante modulo X10Red Arrow, Black Shield non è stato mai pubblicato nella nostra lingua.

Sull’ultima pagina dove sono indicati tutti i Gazetteer pubblicati al momento dell’uscita del Gazetteer, oltre alla copertina del già citato GAZ9, anche quella del GAZ10 è diversa da quella poi effettivamente utilizzata.

GAZ12 – The Golden Khan of Ethengar

Inedito in italianoindex

Autore: Jim Bramba

Anno: 1989

Fortunatamente questo Gazetteer segna un passo avanti rispetto al qualitativamente mediocre supplemento precedente dedicato alla Repubblica di Darokin. Il GAZ 12, come intuibile, si ispira alla cultura mongola e ai suoi fieri nomadi guerrieri. La descrizione del territorio degli Ethengar è piuttosto sommaria, dato che si tratta di una steppa sconfinata, con buona parte del Gazetteer che si occupa dei suoi abitanti. Gli ethengariani sono un popolo nomade e combattivo. Hanno uno stretto legame con cli spiriti e i loro sciamani sono temuti e rispettati. La corposa sezione di creazione di un personaggio originario del khanato contiene le ormai classiche opzioni regionali di abilità e caratteristiche peculiari del background del personaggio. La classe dello sciamano offre ulteriori spunti di gioco, facilmente adattabili ad altre campagne in altri territori e non sfigurerebbe come classe basilare di un set di regole. Segnaliamo una piccola sezione del supplemento che descrive alcune tribù del khanato per il regolamento Battlesystem di AD&D, evoluzione delle regole sulle battaglie campali del Set 3 – Regole Companion.

GAZ13 – The Shadow Elves

Inedito in italiano

Autori: Carl Sargent e Gary Thomas

Anno: 1990tumblr_m5sm7cErSv1r2s3h9o1_500

Come sappiamo in D&D Classico i Drow non esistono ma Il fascino del male non poteva lasciare indenni gli elfi del mondo conosciuto, anche se in realtà alcuni elfi glantriani sembra che siano molto propensi ad atti malvagi. Gli elfi d’ombra sono il lato oscuro degli elfi di Alfheim e rappresentano nel Mondo Conosciuto quello che i Drow rappresentano nei Forgotten Realms. Ovviamente i territori degli elfi delle ombre non potevano   essere che nel sottosuolo e le loro principali città si trovano molti metri sotto i territori di Glantri, Terre Brulle e Alfheim. La guerra tra elfi e elfi delle ombre è descritta anche nel GAZ5 che in qualche modo si completa con questo supplemento. La sezione del giocatore descrive nel dettaglio questa nuova razza e permette di interpretare dei personaggi elfi delle ombre. Le classi presentate in questa sezione sono due e se la prima riprende l’elfo di superfice e lo trasforma in elfo delle ombre, con le consuete abilità legate al territorio dove è cresciuto, la seconda si ispira al mago elfo del GAZ5 e lo trasforma in uno sciamano, da non confondere con lo sciamano degli Ethengar. Inoltre gli sciamani degli elfi delle ombre sono a conoscenza della Radianza, già descritta nel GAZ 3 di Glantri, e alcuni dei loro poteri sono legati a questo tipo di fonte. La restante sezione, dedicata al DM, è un vero e proprio atlante del sottosuolo e sulla flora e la fauna degli suoi oscuri cunicoli. la segretezza dell’esistenza del popolo degli elfi delle ombre è anche il loro punto di forza. In pochi in superficie si aspettano un attacco dalle profondità oscure del Mondo Conosciuto.

Segnaliamo che la pagina dedicata alla presentazione generica dei supplementi già pubblicati anticipa la pubblicazione dell’ambientazione Hollow World.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 11 settembre 2015 in Giochi di Ruolo

 

Tag:

X-Wing gioco di miniature – Wave 01

CUSTOM-Wave1_layoutProsegue il mio database per questo BoardGame. Certo, non è un gioco di ruolo e non dovrebbe avere attinenze con questo blog, ma chissene……  🙂 .

Vista la non piacevole resa grafica del database sul blog, faccio che mettere direttamente i link per scaricare il mio file pdf della Wave 01.

X-Wing Miniatures -Wave 01

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10 settembre 2015 in Board Game

 

Tag: