RSS

Archivio mensile:agosto 2014

Pathfinder – Breve Panoramica degli Adventure Path

Le copertine dei primi numeri di ogni adventure path

Le copertine dei primi numeri di ogni adventure path

In questi giorni sta per uscire la nuova edizione di D&D, per l’esattezza la quinta. Questa nuova versione, in concomitanza dei 40 del padre del GdR ha il gravoso compito di riportare il Marchio D&D in cima ai giochi di ruolo più venduti\giocati sia nel mercato nazionale che in quello internazionale. L’analisi della nuova edizione è riservata ad un successivo articolo su questo blog. Ora vorrei riportare l’attenzione ad un certo periodo nel quale si preparava il campo alla rivoluzionaria Quarta Edizione di D&D e alla nascita della linea Pathfinder.

In vista della nuova edizione, la Wotc decise di dare un taglio netto con il passato e chiudere, almeno per quel che riguarda la versione cartacea, le due riviste storiche Dragon e Dungeon al tempo curate dalla Paizo. Il lavoro svolto dal team della Paizo fino a quel momento era encomiabile e la qualità delle due riviste decisamente di buon livello.

La chiusura cartacea e il ritorno all’editore originale delle due riviste ha permesso alla Paizo di dedicarsi ad alcuni progetti personali ma sempre basati sul regolamento d20 system in controtendenza alla politica della Wotc di non voler più supportare i prodotti della versione 3.5.

I primi prodotti annunciati dalla Paizo riprendevano idealmente la rivista Dungeon. Gli Adventure Path di Pathfinder sono stati annunciati come riviste contenenti un avventura di 98 pagine compresi relativi articoli di approfondimento con dettagli di ambientazione o bestiario. Ogni Adventure Path è una campagna di sei moduli con un denominatore comune che spesso è un avversario o un luogo specifico attorno al quale ruotano gli avvenimenti.

La Paizo inoltre ha pubblicato decine di altri moduli, companion, mappe e guide correlate ad ogni Adventure Path che può essere inteso come un grosso Gazetteer di ambientazione.

Ultime riflessioni sono per il lavoro di Giochi Uniti che sta portando avanti la pubblicazioni dei prodotti Paizo nonostante in Italia il mercato dei giochi di ruolo non sia propriamente proficuo. Fortunatamente il lavoro svolto dall’editore napoletano è di alto livello a parte alcuni grossolani errori di dimensioni di stampa dei vari moduli (è praticamente impossibile avere un modulo alto come gli altri già pubblicati).

Questi gli Adventure Path pubblicati fin ora dalla Paizo (tra parentesi il riferimento della pubblicazione italiana):

Rise of the runelords (pubblicato in Italia da Giochi uniti in unico volume L’ascesa dei signori delle rune)

La trama di questa serie è il classico risveglio di un male antico originario di un antico impero ormai perduto. La saga introduce ottimamente la cittadina di Sandpoint e il continente di Varisia. Un buon punto di partenza per una campagna in Golarion.

Curse of the Crimson Throne

Una trama articolata fatta di intrighi e giochi di potere per la conquista del trono cremisi.

Second Darkness (pubblicata in Italia da Wyrd in sei moduli con il titolo Seconda Oscurità)

I drow fanno la loro apparizione in Pathfinder e questa campagna dal sapore alieno allontana la razza degli elfi oscuri dal sottosuolo.

Legacy of Fire

I  giocatori più anziani potrebbero collegare questa serie agli Emirati di Ylaruam di Mystara o ad Al-quadim, ambientazione arabeggiante dei Forgotten Realms. Le atmosfere sono le stesse.

Council of Thieves (pubblicata in Italia da Wyrd e successivamente da Giochi Uniti con il nome Il concilio dei ladri)

Con questa serie si introducono in Pathfinder i Tiefling. La serie si basa su cospirazioni tra gilde, casati e influenze demoniache.

Kingmaker (pubblicata in Italia da Giochi Uniti con il nome L’alba dei Re)

Chiaramente ispirata a moduli come il CM1 per D&D o l’ambientazione Birthrigt, questa serie permette ai giocatori di crare il proprio regno e governarlo.

Serpent Skull

Il fascino dell’esplorazione di luoghi sconosciuti e pericolosi si respira in questa serie avventurosa. Protagonisti indiscussi gli uomini serpente e il loro culto blasfemo.

Carrion Crown (pubblicata in Italia da Giochi Uniti con il nome La morte sovrana)

Di classico stampo horror, questa serie conduce i personaggi nell’oscuro reame dei non morti.

Jade Regent (prevista la pubblicazione in unico volume da parte di Giochi Uniti. In arrivo per Lucca 2014)

Questa serie reintroduce alcuni personaggi incontrati nella prima saga e nello specifico una locandiera che si scopre erede di un remoto regno. Di classico stampo orientale.

Skull & Shackles

una serie di avventure piratesche con regole per le battaglie navali, gli arrembaggi, le tempeste in mare aperto e la gestione delle ciurme. I pirati dei caraibi in salsa Pathfinder.

Shattered Star (in corso di pubblicazione da parte di Giochi Uniti)

Il ritorno nelle terre di Varisia e Sandpoint. Tutto verte sulla ricerca dell’artefatto chiamato la “Stella Infranta”.

Reign of Winter

Serie controversa e ambiziosa. Il gruppo dei personaggi dovrà affrontare il gelo e la temibile strega Baba Yaga.

I nostri eroi saranno catapultati per un certo periodo nella russia di inizio secolo tra Rasputin e cosacchi.

Wrath of the Righteous

Demoni, diavoli e altre orride creature demoniache condurranno il gruppo nell’abisso dei loro peggiori incubi.

Mummy’s Mask

Il companion con la descrizione del regno di Osirion fu il primo pubblicato. Poi silenzio per più di 5 anni.

Ora finalmente si esplora il misterioso regno sabbioso delle Mummie.

Iron Gods

Il prossimo adventure path previsto mi ricorda Blackmoor e mischia tecnologia e magia. I presupposti sono interessanti.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 6 agosto 2014 in Giochi di Ruolo