RSS

Archivio mensile:febbraio 2015

Ripresa

Eccomi….. dopo circa sei mesi di assenza, finalmente sono rientrato in possesso di un PC e sono riuscito ad aggiornare il Blog.

Ho ripreso la pubblicazione delle schede degli Eroi della Lancia di Dragonlance, e il lavoro di traduzione del primo modulo prosegue.

Spero di potervi mostrare presto qualcosa. Seguiranno presto nuovi aggiornamenti

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 20 febbraio 2015 in Uncategorized

 

Gli Eroi della Lancia: Riverwind

Riverwindriverwind-01

Umano nomade Barbaro 3° Ranger 2° Livello

Allineamento Neutrale Buono

For 18(+4) Des 17 (+3) Cos 14 (+2)

Int 13 (+1) Sag 14 (+2) Car 11

Riverwind è nato da una famiglia in disgrazia presso la tribù Que-Shu degli uomini della pianura. La sua famiglia fu esiliata perché rifiutava di adorare gli spiriti ancestrali della tribù. Il nonno di Riverwind era un profondo credente della fede degli antichi Dei che avevano scatenato il Cataclisma sul continente. Il giovane divenne un pastore è trascorse molte notti solitarie nelle pianure dei Abanasinia. Crebbe in fretta affinando le sue abilità di cacciatore e battipista. Appena raggiunta l’età adatta fu accolto nuovamente dalla tribù dei Que-Shu e date le sue doti, utilizzato come esploratore. Su di lui aleggiava il ricordo dell’esilio della sua famiglia e questo non gli permise di crescere nella gerarchia della tribù.

Riverwind durante il periodo trascorso nella tribù, si innamorò, ricambiato, della figlia del capo, la bella Goldmoon, ma lei era ormai promessa al figlio dello sciamano del villaggio. Riverwind decise di avvalersi del diritto di sottoporre il suo amore per Goldmoon ad una prova, come garantito dalle leggi della tribù. La prova affidatagli dal capotribù era però impossibile da superare. Doveva trovare un segno tangibile della presenza degli antichi Dei. Il giovane viaggio per moltissimo tempo ed infine raggiunse una città in rovina nei pressi del Nuovo Mare e li iniziò il suo incubo. I suoi ricordi frammentati portano alla mente una città oscura, una creatura malvagia chiamata la morte dalle ali nere e una bellissima donna vestita di luce blu che gli ha salvato la vita. La donna gli diede in dono un bastone di cristallo azzurro. Delirante e quasi morto, Riverwind ritornò al villaggio Que-Shu e si presentò con il bastone di cristallo, simbolo degli antichi Dei. Il capotribù chiese a Riverwind di mostrare cosa il bastone fosse in grado di fare, ma non accadde nulla. Il padre di Goldmoon infuriato condannò il giovane alla lapidazione per blasfemia e proprio mentre le prime pietre stavano per colpirlo, Goldmoon si gettò di fianco a lui per morire al suo fianco e nello stesso istante il bastone di cristallo mostrò il suo potere trasportando i due innamorati a miglia di distanza dalla morte.

Personalità

Riverwind è diffidente, di poche parole e veloce nell’azione. È protettivo verso Goldmoon e molto innamorato della donna. È consapevole delle barriere sociali che li separano, lei è figlia del capo e lui un umile pastore, e spesso obbedisce agli ordini che lei gli impone come il suo stato prevede. È irascibile e disfattista e molto restio a socializzare. Sono poche le persone che lui chiama amico, ma il suo sentimento di amicizia è sempre profondo e leale.

 Altezza 2.01 m Peso 70 Kg

Capelli Castani Occhi Marroni

Età 32 anni

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 febbraio 2015 in Giochi di Ruolo

 

Tag: